La cervicalgia indica il manifestarsi di uno stato doloroso che si irradia dalla base del collo (zona Cervicale).


Può essere determinata da strappi e contratture che possono avvenire sia a causa di infortuni (come il classico colpo di frusta, oppure traumi dovuti all’attività sportiva) sia, per i più sedentari, per un semplice movimento brusco.

Una postura scorretta ,  uno stile di vita sedentario, una condizione di stress o di forte ansia determinano un’eccessiva tensione a carico di muscoli e articolazioni e sfocia in dolori cervicali.

La cervicalgia, inoltre, può essere dovuta a problematiche genetiche che alterano le curve della regione cervicale, alla  malocclusione, al bruxismo (digrignare i denti) etc.
Quando il dolore interessasse la parte più alta, si parla nello specifico di sindrome cervico-cefalica, ed è proprio questa a causare la cefalea, che nella grande maggioranza dei casi è di tipo tensivo,
ma può manifestarsi in alcuni casi anche con i sintomi tipici dell’emicrania.

Nel caso in cui si parlasse di dolori cervicali e cefalea esistono diversi preparati a base di piante necessari a ristabilire l’equilibrio.

Tra queste abbiamo:

-Mirra- riduce l’infiammazione e l’edema, favorendo la microcircolazione, la stasi sanguigna e la rigenarazione tissutale.

– Artiglio del diavolo- azione antidolorifica, antinfiammatoria e miorilassante

-Ribes nero- azione antalgica e antifiammatoria, favorisce la microcircolazione

-Angelica cinese- riduce il dolore e l’edema, favorisce la microcircolazione

-Frassino- azione antidolorifica, antinfiammatoria

-Cartamo- favorisce la microcircolazione, riduce la stasi sanguingna